Текст, топик: LE FERIE AL MARE - Отпуск на море

LE FERIE AL MARE

Quando, dopo un mese di assenza, Maria ritorn? a casa dalla villeggiatura i suoi non la lasciavano in pace e le facevano mille domande. Maria era andata in ferie un mese primae aveva passato le vacanze al mare. Di solito aveva l'abitudine di andare in montagna, ma quella volta aveva cambiato idea.

 

I suoi parenti che erano gi? stati al mare e conoscevano bene la localit? volevano sapere come ci aveva passato quel mese, che impressione le aveva fatto la Crimea. Maria era stata al mare nei pressi di Yalta. Questa localit? ? nota per il suo clima mite e la sua bella natura in fiore. A Maria non piace il rumore e il chiasso delle citt? balneari e perci? si era fermata in un piccolo villaggio in riva al mare. La casa nella quale abitava era a due passi dalla spiaggia e non aveva da camminare molto. Poco distante c’era un campeggio di pionieri e di l? arrivavano le grida gioiose dei bambini e i segnali del corno.

Quasi tutto il suo soggiorno aveva fatto bel tempo. Il mare era calmo e l’aria afosa. Solo per alcuni giorni il tempo si era guastato, il mare era diventato agitato, le onde alte e a momenti facevano proprio paura. La gente guardava il mare burrascoso, ma pochi avevano il coraggio di entrarci. Ogni giorno Maria e la sua bambina facevano i bagni, si abbronzavano al sole e andavano in barca sullo specchio del mare. Erano ritornate ambedue tutte abbronzate ed a prima vista erano proprio irriconoscibili. Maria si era riposata e si era rimessa dopo un anno di lavoro intenso. Sulla spiaggia c’era sempre molta gente. I bambini giocavano con le conchiglie e i sassolini, costruivano ponti e castelli. La piccola Elena si divertiva a guardare le barchette, le vele, e i motoscafi. Una volta aveva persino visto un piroscafo, ma era molto lontano, in alto mare. Quando entrava in acqua Elena non voleva pi? venir fuori e diceva alla mamma : « Lasciami nuotare ancora un po’. Il mare ? cosi bello, trasparente, l’acqua ? cosi tiepida.» E la mamma la lasciava bagnarsi ancora un po’. La piccina nuotava, si tuffava e tornava a galla.

Poi si stendeva al sole e si asciugava. E li sulla sabbia, ascoltava la voce delle onde che si rincorrevano e si spingevano. Com’era bello e riposante !

A Maria piacciono molto le gite, soprattutto le gite in montagna. Un giorno si erano alzate di buon’ora e avevano preso una viottola che portava in montagna. Avevano camminato parecchio, si erano fermate pi? volte per riposarsi, per fare uno spuntino e poi si erano rimesse in cammino. Finalmente avevano raggiunto l’altezza di 500 m. sul livello del mare.

I villaggi e il mare si stendevano ai loro piedi e parevano dei giocattoli. Durante la salita avevano visto delle pinete verdi, dei prati fioriti, e tanti, tanti ruscelli. La piccola aveva raccolto tanti fiori dai colori vivaci ma quasi tutti non avevano profumo, perche erano fiori campestri.

Avevano anche fatto una bella gita lungo la costa. Avevano visitato la citt? di Yalta, una bella cittadina dalle vie ombrose.

Maria raccont? tutto questo ai suoi e a un tratto si senti stanca di parlare : « Lasciatemi riposare dopo il viaggio in aereo e poi vi dir? tante cose, vi parler? dei parchi e delle piante esotiche. Quest’anno le mie ferie sono state un vero piacere ; il mare mi ha conquistato per sempre e l’anno venturo ci ritorner? di sicuro. »

 

4.5 out of 5 based on 17 votes

Рейтинг:  5 / 5

Звезда активнаЗвезда активнаЗвезда активнаЗвезда активнаЗвезда активна